Crea sito

Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

 

Alcune tecniche applicative alla medicina alternativa

di Cammisa Concetto

 

Ho accennato, in una recente relazione sulla medicina alternativa, esponedo una breve storia dell'Astrologia medica, all'egiziano medico e filosofo Hermes Trismegistos ed alla sua "Tavola di smeraldo" divulgata soprattutto nella letteratura magica, ed è proprio riferendomi alla più importante scuola esoterica occidentale, quella cioè dei "Rosa Cruciani" che voglio farVi conoscere la realtà occulta dell'uomo connesso al macrocosmo: "Come in Alto così in Basso". La prova elementare di ciò è nella correlazione esistente tra ritmo del respiro e ritmo solare: "Un essere umano in condizione sana compie in un minuto 18 respiri, che corrispondono a 72 battiti del polso. In un giorno si hanno 1440 minuti che corrispondono a 25920 respiri pari esattamente, come vedremo, ai 25920 anni in cui ogni era astronomica si svolge e si conclude; questo arco di tempo millenario è chiamato anche "anno del mondo", ma essendo stato calcolato dal grande Platone nel 427 - 347 a.C. viene denominato "Anno Platonico". In merito ai pianeti ecco la dimostrazione della relazione esistente tra essi e l'organismo umano: La Luna, nel suo rapido movimento, impiega 28 giorni per percorrere l'intero arco del sistema planetario rappresentato dal cerchio zodiacale. Il Sole invece, come a tutti è noto, impiega 12 mesi. La relazione tra questi ritmi planetari e stellari si ripropone nell'organismo nel modo seguente: Abbiamo visto che in un minuto avvengono 18 respiri e 72 battiti cardiaci, ossia si stabilisce il rapporto 1:4. Lo stesso rapporto esiste fra respiro e circolazione; infatti la relazione tra un battito del cuore e l'intero percorso circolatorio di un globulo rosso è di 1:28. Un giorno, quindi, uguale ad un anno perchè la Luna impiega nel suo percorso 28 giorni. Ora se moltiplichiamo le ore di un giorno (24) per i minuti che lo compongono avremo: 24 ore per 60 minuti = 1440. Moltiplichiamo i minuti ottenuti per 18 respiri (tanti ne compie un uomo in un minuto) e otterremo 25920 (Era dell'intera cerchia zodiacale). Se dividiamo 25920 per 12 (segni zodiacali) troveremo il numero 2160 corrispondente dell'Era di un solo segno zodiacale.

Paracelso, medico astrologo del XVI secolo diceva: "l'uomo è collegato alle stelle per mezzo del suo corpo sidereo o astrale, esso è considerato una tenue e vaga controparte del corpo fisico". Concludo questa breve, ma credo interessante esposizione, che ci deve far pensare, parlandoVi brevemente della "Omeopatia" (anch'essa chiamata impropriamente alternativa) in relazione all'Astrologia: L'omeopatia di Hahnemann (medico sansone nato nel 1755) fondatore di questa branca della medicina, si basa sul concetto di similitudine tra i sintomi prodotti dal male e rimedio da adottare per guarire il paziente, il termine stesso "omeopatia" lo dice, in quanto è composta dal Greco "Homoios", cioè simile, e "Pathos" che significa dolore. I principi su cui si basa questa medicina sono gli stessi contemplati dall'Astrologia che considera, non la malattia per se stessa, bensì l'uomo nella sua totalità di essere mentale e spirituale prima ancora che materiale. I rimedi astrologici possono essere preferibilmente anche omeopatici, in quanto esse utilizzano sostanze inorganiche in analogia con i segni o i pianeti, trattati però secondo le regole Hahnemanniane: diluizioni e successioni. Le diluizioni hanno lo scopo di trasformare la materia di cui è composta la sostanza in pura energia, in quanto nulla rimane, alla fine delle diluizioni, della sostanza originale. Le successioni hanno lo scopo di cambiare la forza energetica della sostanza. Anche il dosaggio, per il medico astrologo, segue le indicazioni della omeopatia tradizionale che vuole si somministrino i farmaci omeopatici in alte dosi quando si tratta di disturbi sensoriali, in medie diluizioni per i disturbi funzionali, basse per i disturbi lesionali. La quantità è anch'essa quella tradizionale. Se si tratta di diluizioni alte, la somministrazione avviene una volta al mese oppure ogni otto o quindici giorni. Se si tratta di diluizioni medie, anche tutti i giorni, in quantità moderata per circa un mese. Le diluizioni basse, invece, si possono somministrare a lungo ma con intervalli frequenti per evitare l'effetto di accumulo.

Tra i medicamenti omeopatici, si possono trovare in commercio i dodici sali chimici, chiamati "sali di Schuessler" in quanto fu questo medico, nato nel 1821, a studiarli per primo. In seguito vennero abbinati allo zodiaco dal Dott. G. W. Carey nella seguente maniera:

Ariete

Fosfato di potassio
Toro Solfato di sodio
Gemelli Cloruro di potassio
Cancro Fluoruro di calcio
Leone

Fosfato di magnesio

Vergine Solfato di potassio
Bilancia Sodio fosfato
Scorpione Solfato di calcio
Sagittario Ossido silicio
Capricorno Fosfato di calcio
Acquario Cloruro di sodio
Pesci Fosfato di potassio

Per ulteriore conoscenza eccovi anche i composti abbinati ai Pianeti:

Sole Cloruro di oro
Luna Argento cloruro, nitrato, carbonato
Mercurio Ossido o cloruro di mercurio
Venere Cloruro o solfato di rame
Marte Fosfato o idrossido di ferro
Giove Idrato di stagno
Saturno Ossido di piombo
Urano Sale di ammonio
Nettuno Ioduro di potassio
Plutone Nessun elemento è stato ancora accertato

I principi della medicina omeopatica - astrologica sono diversi da quella puramente Hahnemanniana, pur avendo in comune tra loro il principio della similitudine. Per l'astrologo si tratta di individuare da quale segno, pianeta o grado, provenga lo squilibrio e di privare quel punto della sua forza negativa somministrando in dose omeopatica l'elemento corrispondente al segno o al pianeta da cui proviene l'influenza negativa. A differenza del medico omeopata, il medico astrologo, per mezzo del tema natale, è informato circa i periodi più indicati per iniziare una cura e conosce con esattezza l'intensità e la qualità dell'energie che hanno favorito l'insorgere lo stato di squilibrio. I mezzi di cui dispone l'astrologo medico sono molteplici e tutti hanno in comune la non pericolosità, la semplicità.

Per la maggior parte si tratta di terapie naturali come l'erboristeria, la cromoterapia, l'omeopatia, l'agopuntura, la pranoterapia, la musicoterapia ecc.

 

Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

Copyright © 2000 Concetto Cammisa. Tutti i diritti riservati.