Crea sito

Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

Glossario Maya

della terminologia  e delle figure importanti nella Sant Mat

 

AJAIB SINGH   (1926-1997)   
Ricevette un’iniziazione parziale nel Surat Shabd Yoga da Baba Bishan Das nel 1950 e fu iniziato da Sant Kirpal Singh nel 1967 dopo esser entrato in contatto con lui interiormente. Ha fatto due giri del mondo e un certo numero di visite più brevi in Occidente.

APRA VIDYA
Conoscenza del mondo materiale (osservazione e sperimentazione) attraverso i sensi, consiste di riti, rituali, formule, veglie, pellegrinaggi opposta alla para vidya, la consapevolezza del mondo spirituale, la cui conoscenza giace oltre i sensi e ne è del tutto indipendente.

BABA
Un prefisso riverenziale, aggiunto al nome di un santo rinomato e riconosciuto, come il prefisso inglese rev. prima del nome di un sacerdote.

BANI
Scritture, figuratamene la santa Parola o Naam.

BHAJAN
Essere in sintonia con la Corrente Sonora o Udibile Corrente di Vita (Naam o Parola), una delle tre sadhans (discipline) nell’autorealizzazione e nella realizzazione di Dio. Vedere Naam. Può anche trattarsi di canti scritti dai Maestri.

DARSHAN
Guardare la forma del Maestro con devozione amorevole, interiormente o esteriormente.

GURU
Nell’induismo un insegnante spirituale o precettore, trattato con il rispetto più profondo e la riverenza più grande; chi illumina la Via verso Dio, Chi porta la fiaccola sulla via di ritorno alla dimora del Signore.

GURUDEV
Forma radiante del Maestro che viene incontro al discepolo via via che il suo spirito s’innalza oltre la coscienza fisica.

GURUMUKH
Chi acquisisce tramite una pratica costante e scrupolosa del Gurumat (sentiero del Guru) uno stato particolare, con la grazia del suo Maestro, vicino al Maestro diventandone il portavoce.

HAZUR
Una forma venerabile di rispetto applicata alle persone che si sono distinte in qualsiasi campo della vita.

JAIMAL SINGH (1893-1903)
Un soldato santo iniziato nei sacri insegnamenti del Surat Shabd Yoga da Soami Ji Maharaj di Agra. Jaimal Singh lasciò a suo volta il mantello spirituale ad Hazur Baba Sawan Singh Ji. Vedere Shiva Dayal Singh.

JI
Un suffisso aggiunto ai nomi personali in segno di rispetto.

KABIR (1440-1518)
Un grande Santo indiano, contemporaneo di Guru Nanak. Si può dire che l’età moderna della Sant Mat in cui la scienza del Surat Shabd Yoga viene insegnata apertamente e viene concessa un’esperienza di prima mano, sia iniziata con Kabir Sahib.

KAL
Letteralmente il termine sta per Tempo che è misurato sotto forma di eventi e fatti di natura non permanente, il Potere Negativo.

KARMA
Letteralmente, azioni e atti, ma il termine include pure pensieri e parole, i quali lasciano un’impressione indelebile sulla lastra della mente e dà origine alla legge inesorabile di azione e reazione – come seminate, così raccoglierete. La causa principale della rinascita.

KIRPAL SINGH (1894-1974)
Il primo Santo a far visita di persona all’Occidente. Fece tre giri del mondo e iniziò migliaia di occidentali. Fu iniziato da Baba Sawan Singh nel 1924 dopo essere entrato in contatto con lui interiormente sette anni prima.

MAYA
(In sanscrito, illusione o inganno) Il potere imperscrutabile e indescrivibile che fa apparire come reali tutte le forme dell’universo materiale, quando di fatto non sono che elementi chimerici.

NAAM
Il Potere creativo di Dio, chiamato in vari modi Vak-Devi, Sruti o Sraosha dagli antichi, Nad o Akash Bani dagli indù, la Parola, lo Spirito Santo o Logos dai cristiani, Kalma o Kalam-i-Qadim dai musulmani e Naam o Shabd dai Guru sikh. Essendo un’emanazione dell’Essere Supremo, rivela il Volere divino all’uomo. Sostiene e mantiene la creazione e, al contempo, rappresenta la via di ritorno al Creatore.

NANAK (1469-1539)
Primo Guru dei sikh, contemporaneo di Kabir. Vedere Kabir.

PARA VIDYA
Conoscenza dell’aldilà o Scienza dell’Anima che sta al di là dei sensi, della mente e dell’intelletto. La conoscenza perfetta non dipende dai sensi e riguarda unicamente l’anima.

RUHANI SATSANG
Una riunione di persone orientate solamente a livello spirituale. La congregazione fu sviluppata e presieduta dal Satguru Kirpal Singh Ji (6 febbraio 1894 – 21 agosto 1974), il quale la formò come un terreno comune per l’incontro dei rappresentanti di tutte le religioni che credevano nell’efficacia della Scienza dell’Anima come la panacea per tutti i mali del mondo. Vedere Kirpal Singh.

SACH KHAND
Reame di Verità o la massima Regione spirituale presieduta da Sat Purush. È stata la meta di tutti i Santi da Kabir e Nanak fino a Soami Ji Maharaj di Agra e ai suoi  discepoli come Baba Jaimal Singh Ji.

SANT
Il più alto appellativo per una persona che abbia libero accesso a Sach Khand, la massima regione spirituale.

SANT MAT
Letteralmente, il Sentiero dei Maestri, libero dalla rigidità delle dottrine e dei dogmi religiosi. La sintonizzazione dell’anima con il Principio di Vita dentro ogni individuo attraverso la mediazione di un perfetto Maestro vivente che è l’alfa e l’omega su questo sentiero.

SAT NAAM
La Corrente Sonora primaria che emana da Sat Purush, la prima manifestazione del Dio Assoluto. È il Potere di Dio che crea e sostiene tutto ciò che è, visibile o invisibile.

SAT PURUSH
Il Potere di Dio (la manifestazione primaria e più importante del Dio Assoluto) che governa Sach Khand, un reame puramente spirituale.

SATGURU
Un Santo commissionato per insegnare il sentiero interiore ai ricercatori della Verità e per concedere loro un contatto con le salvifiche linee di vita interiori. Ogni Satguru è fondamentalmente un Sant, ma ogni Sant non può essere un Satguru finché e fino a quando il potere di Sat in lui non lo istruisce a intraprendere il lavoro di condurre le anime stanche del mondo indietro alla vera Casa eterna di Dio (Sach Khand).

SATSANG
Letteralmente denota il contatto dello spirito con il Potere di Dio interiore. Una congregazione presieduta da un Sant Satguru, che è l’incarnazione autentica del potere di Dio, è altresì conosciuta come Satsang.

SATSANGHI
Letteralmente un discepolo di un perfetto Maestro.

SAWAN SINGH (1858-1948)
Il primo Sant ad accettare discepoli occidentali e ad autorizzare i rappresentanti a iniziare per conto suo in Occidente. Laureato e multilingue, era discepolo di Baba Jaimal Singh (1838-1903), un semplice abitante di villaggio che conosceva solo il punjabi.

SEHAJ YOGA
Letteralmente significa un sentiero facile che conduce al Sehaj o equilibrio. Sinonimo di Surat Shabd Yoga della Corrente Sonora che può essere praticato con facilità da tutti allo stesso modo, vecchi o giovani, ricchi o poveri, eccetera.

SHABD
Corrente Sonora che riverbera in tutta la creazione. Si può ascoltare con l’udito interiore. Vedere Naam.

SHIV DAYAL SINGH (1818-1878)
Il grande Santo di Agra che, nei tempi moderni, fece rivivere gli insegnamenti dei Maestri Kabir e Nanak. Conosciuto pure come Soami Ji, era un discepolo di Tulsi  Sahib (1763-1843) di Hatras.

SIMRAN
Costante rimembranza di una persona, luogo o cosa; esotericamente la ripetizione dei nomi fondamentali di Dio secondo quanto ingiunto da un Maestro-Santo.

SURAT
La coscienza individuale o anima, la cui espressione esteriore è l’attenzione.

SURAT SHABD YOGA
La scienza per mettere in contatto il Surat (anima) con lo Shabd (Corrente Sonora); chiamata pure Sehaj Yoga perché è facilmente praticabile da tutti, giovani o vecchi, forti o infermi. Sintonizzazione con il Suono interiore o Parola.

YOGA
Letteralmente vincolo o unione; esotericamente, unione dello spirito con la Corrente Sonora o Parola. Vedere Naam.

   


Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

(c) 1984 Copyright concetto cammisa - Tutti i diritti riservati