Crea sito

Magica armonia dell'universo

di Narayana (Concetto Cammisa)

 

 

4 agosto 2010 alle ore 12:37
Magica armonia dell'universo

Contemplando il cielo ci sentiamo pervasi dalla magia della natura e del suo equilibrio, ma solo studiando il rapporto fra uomo, natura e cosmo possiamo comprendere ed apprezzare la vastità e la sincronicità di ciò che ci circonda. Infatti da decine di millenni, l'uomo si è servito, e si serve, di una delle più sofisticate sincronicità del cosmo "le linee sincroniche" dalle quali ha attinto benessere, energia, conoscenza ed armonia. "Le linee sincroniche" sono canali di energia che si diramano nell'universo intero toccando tutti i corpi celesti ed unendoli l'uno all'altro. Entro queste linee o "Leys" come li chiamano i Druidi, scorrono i "flussi opposti" scorrono le idee e le comunicazioni fra un corpo celeste ed un altro, fra corpo celeste e tutti gli altri contemporaneamente. Queste "linee" trasportano le grandi forze cosmiche e possono trasportare nei loro flussi pensieri, creatività, chiaroveggenza, dimensioni a noi sconosciute e onde di risonanza. Esse in poche parole sono il cervello ed il sistema nervoso dell'universo. Sul nostro pianeta sono migliaia le linee ed i centri che emanano questa energia; essi sono spesso identificabili da allineamenti artificiali o costruzioni che aiutavano i primi uomini a percorrerli ed a ritrovarli.

Anticamente lo studio di queste linee era molto importante, infatti si trattava di una vera scienza che riconosceva l'esistenza di correnti energetiche le quali attraversavano la terra ed avevano una parte fondamentale nel rinnovamento vitale del nostro pianeta. Era una scienza che unificava tutte le arti e le scienze individuali e che ha lasciato tracce in mitologia, folklore, monumenti e culture. Questa scienza, chiamata anche geomantica, è continuamente menzionata nelle antiche tradizioni esoteriche e gli ideali e i metodi di questa scienza venivano sempre visti in relazione con quelli di magia rituale e dell'alchimia. Nessuna forma di studio può essere più benefica e piacevole di quella delle linee sincroniche, poichè studiando i lavori o i disegni dei grandi saggi ci esponiamo alle più nobili menti della nostra specie.

La cosa più affascinante di questo studio sono i commenti che vengono da coloro che da poco conoscono le linee sincroniche, essi affermano che la loro prima impressione fu di aver sempre saputo della loro esistenza e di aver spesso vissuto esperienze inspiegabili che avevano certo come unica spiegazione la realtà di questi misteriosi canali di energia cosmica. Molti studiosi pensano che le linee segnalino una corrente energetica che affluisce attraverso la terra; e che i vari punti segnalatici posti in loco dagli antichi, (megaliti, circoli di pietra, ecc.) siamo fondamentali per circoscrivere e conservare questa corrente. Questa teoria è alquanto lontana dalla presenza - conoscenza preistorica, perchè presuppone delle abilità da parte dell'uomo preistorico; che non solo sono andate perdute, ma che non saranno mai più recuperate.

Alcuni ricercatori hanno subito forti schok e vibrazioni quando si sono avvicinati ai vecchi megaliti, ma non tutti gli individui riescono a sentire queste correnti fino a questo punto, tuttavia tutti noi, chi più chi meno, ottiene qualche beneficio e miglioramento. Non sempre queste forze magnetiche sono presenti nello stesso luogo con la stessa intensità, il che fa pensare ad alti e bassi di corrente, forse in connessione con le fasi della luna o con la posizione dei pianeti. Talvolta sembra quasi che la corrente nascosta che scorre attraverso la terra, possa essere convogliata verso alcuni particolari fuoriuscite, infatti proprio in questi punti anticamente venivano posti i megaliti e le pietre. In questi luoghi troviamo leggende e tradizioni relative a cure e rimedi contro la sterilità e contro varie malattie, specialmente il mal di fegato, reumatismi e mal di testa. Il potere terapeutico di queste correnti veniva sfruttato in tutta Europa. Queste usanze erano talmente radicate nel popolo da tempi antichissimi da causare la pubblicazione di un numero di Editti dal 450 al 1100 D.C. che proibivano l'uso dei megaliti per curare i malanni. Spesso si trovano pietre inserite nel terreno che hanno un grande foro nel centro, venivano usate anch'esse per guarire. La prevenzione e la cura di una grande varietà di reumatismi si otteneva strisciando attraverso questo foro; oppure nel caso dei bambini essi venivano spinti attraverso il foro dai genitori, prima introduceva il bambino il padre e lo tirava fuori la madre dalla parte opposta.

I luoghi segnati dall'uomo megalitico venivano usati attraverso i secoli per costruirvi cerchi magici, templi, e poi chiese e cattedrali. Già nel settecento Charpentier esprimeva l'opinione che l'orientamento delle chiese e delle cattedrali nascesse dalle antiche conoscenze delle misteriose forze terrestri "le correnti telluriche" simbolizzate dal serpente o dal drago. Di solito le grandi cattedrali si costruivano su colline artificiali, circoli magici, templi celtici, o luoghi naturali di rituali pagani; non c'è da stupirsi, quindi, quando nell'entrare in una antica chiesa o cattedrale sentiamo un gran senso di benessere e di serenità, mentre entrando in chiese moderne, costruite di solito in un luogo qualsiasi al solo scopo di servire un dato quartiere, non sentiamo nessun desiderio di spiritualità. I Druidi, i Templari, I Maghi, le Streghe erano consapevoli della misteriosa energia che emanava dalle linee sincroniche, e l'uso fisico di questo potere divenne la loro specialità. I Templari conoscevano bene dove si trovava la ragnatela di linee energetiche sulla terra, infatti aiutavano a liberare la Spagna dai Mori ad una condizione: il Re di Spagna e quello del Portogallo, dovevano cedere ai Cavalieri tutte le principali zone megalitiche specialmente selezionate, per via di qualità misteriose, conosciute dai Templari, ma non dai Re. Mi fa piacere ricordarvi la meravigliosa definizione di Kipling su "quelle misteriose correnti terrestri che eccitano la creta (o fango) dei nostri corpi (vedi genesi o varie cosmogonie)".

 

Narayana (Concetto Cammisa) - (c) - Tutti i diritti riservati

 

 

Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

(c) 1984 Copyright concetto cammisa - Tutti i diritti riservati