Crea sito
Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

Maestri Spirituali

Osho

Osho®, precedentemente conosciuto come Bhagwan Shree Rajneesh

Di B.A. Robinson Copyright © 1997 & 2000
Tratto da
http://www.religioustolerance.org/rajneesh.htm

©Traduzione in italiano di Alessia Guidi

 

Storia iniziale del movimento

Bhagwan Shree Rajneesh (1931-1990) nacque come Rajneesh Chandra Mohan a Kuchwara, città dell'India centrale. Una fonte afferma che "Bhagwan" significa "il benedetto", e che "Shree" significa "Maestro". Prima di morire cambiò il suo nome in Osho.

La religione dei suoi genitori era il Giainismo. Osho però, nel corso della sua vita, non sottoscrisse alcuna fede religiosa. Ricevette il "samadhi" (illuminazione, quando l'anima diventa un tutt'uno con l'universo) il 21 marzo 1953, all'età di 21 anni. Rajneesh si laureò in filosofia all'Università di Saugar. Per nove anni insegnò questa materia all'Università di Jabalpur, operando contemporaneamente come leader religioso. Nel 1966 lasciò l'insegnamento universitario e si dedicò completamente all'educazione dei suoi sannyasins (discepoli), coltivando anche la carriera di oratore. Aveva un appartamento a Bombay dove incontrava spesso singoli o piccoli gruppi in qualità di maestro spirituale, guida ed amico. Nei primi anni la maggioranza dei suoi sannyasins provenivano dall'Europa e dall'India.

Nel 1974 Osho lasciò Bombay per stabilirsi più a sud, a Puna, India. Alcuni gruppi "antisette" hanno affermato che questa decisione fu presa per l'opposizione dell'opinione pubblica di Bombay. In realtà si trasferì per fondare un ashram (luogo di insegnamento) che avrebbe fornito strutture più grandi e comode ai suoi discepoli. L'ashram consisteva di due proprietà adiacenti per un totale di sei acri, in uno dei sobborghi benestanti di Puna, Koregaon Park. Alcuni stimano che almeno 50.000 occidentali abbiano cercato laggiù l'illuminazione con il guru. Nel 1979 Rajneesh vedeva il suo movimento come una strada alla preservazione della razza umana. Diceva «se non riusciamo a creare "l'uomo nuovo" nei prossimi 20 anni, l'umanità non avrà futuro. L'olocausto del suicidio globale può essere evitato solamente se si riuscirà a creare una nuova specie d'uomo». Insegnava un cammino spirituale sincretico che combinava elementi di Induismo, Giainismo, Buddismo Zen, Taoismo, Cristianesimo, antica filosofia greca, molte altre tradizioni filosofiche e religiose, psicologia umanista, nuove forme di terapia e meditazione ecc.

Nel 1980, nel corso di una delle sue lezioni mattutine, venne accoltellato da un fondamentalista indù. A causa dell'incompetenza della polizia le accuse contro il terrorista caddero.

Nel 1981 problemi di salute lo spinsero a malincuore a lasciare l'India. Si recò negli Stati Uniti per ricevere cure più avanzate. Ci sono state voci di evasione fiscale e truffe assicurative; non si sa se queste voci abbiano fondamento. Il gruppo si stabilì presso il "Big Muddy Ranch", 65.000 acri, nei pressi di Antelope, Oregon, che i suoi sannyasins avevano acquistato per sei milioni di dollari. Il ranch venne ribattezzato "Rajneeshpuram ("Essenza di Rajneesh"). Questa «piccola, desolata valle a dodici miglia da Antelope, Oregon, venne trasformata in una florida cittadina di 3.000 abitanti, con una pista di atterraggio asfaltata lunga 1,5 km., una riserva di 44 acri, una sala conferenze di 88.000 piedi quadrati…». A causa delle differenze religiose e culturali, molti dei locali si dimostrarono intolleranti verso il nuovo gruppo. Una di queste manifestazioni di intolleranza fu negare ai seguaci di Rajneesh l'autorizzazione a costruire. Alcuni degli edifici all'interno del ranch sono stati costruiti senza l'approvazione del piano regolatore. Quando i funzionari cittadini cercarono di bloccare le costruzioni, il loro ufficio venne colpito da bombe incendiarie lanciate da ignoti. Quando l'assemblea cittadina rifiutò ripetutamente di rilasciare i permessi per la conduzione degli affari della comunità, alcuni sannyasins si auto elessero consiglio cittadino. La città di Antelope venne ribattezzata City of Rajneesh.

Gli aiutanti al vertice di Rajneesh sono stati accusati di numerosi reati, compreso il tentato omicidio del medico personale di Osho. Ci sono voci di "liste nere". Alcuni degli aiutanti lasciarono il paese diretti in Svizzera, dove avevano il controllo dei conti bancari del gruppo. Alla fine due furono condannati per aver ordito un complotto per assassinare l'avvocato locale Charles Turner, nel tentativo di impedire la chiusura del ranch.

Nel 1983 la segretaria di Osho, Sheela Silverman, predisse, per conto di Osho, che tra il 1984 e il 1999 sarebbe avvenuta una massiccia distruzione della terra. Essa avrebbe compreso sia disastri naturali che catastrofi provocate dall'uomo. Ci si dovevano attendere alluvioni ma più viste dall'epoca di Noè, violentissimi terremoti, eruzioni vulcaniche fortemente distruttive, guerre nucleari ecc. Il fatto che queste predizioni siano venute davvero da Osho solleva dubbi, perché non sono rappresentative dei suoi altri insegnamenti.

I timori locali verso il gruppo raggiunsero proporzioni quasi isteriche. Temendo una irruzione simile a quella successivamente avvenuta a Waco, diversi discepoli di Osho disposero che egli venisse trasferito, per questioni di sicurezza, a Charlotte, nella Carolina del Nord, dove Osho violò le leggi statunitensi sull'immigrazione. Venne accusato di aver organizzato numerosi falsi matrimoni tra alcuni dei suoi seguaci indiani e cittadini americani, in modo che i primi potessero ottenere il permesso di soggiorno nel paese. Venne anche accusato di aver mentito sui suoi documenti dell'immigazione. Presentò un "Alfor Plea", comunemente chiamato appello di non-contestazione. I suoi legali gli suggerirono di farlo a causa delle preoccupazioni sulla sua salute e sicurezza, nel caso avesse dovuto passare più tempo in prigione. Venne condannato con la condizionale, a patto che lasciasse il paese. Nel 1987 tornò a Puna, India, dove la sua salute iniziò a peggiorare. Abbandonò il nome di Rajneesh e adottò quello di "Osho". Osho derivava dall'espressione "esperienza oceanica" di William James. Morì a Puna nel 1990. Diverse voci asseriscono che Osho sia stato avvelenato dalla CIA, esposto a dosi pericolose di radiazioni da parte delle autorità statunitensi, o che abbia avuto un arresto cardiaco. Il suo certificato di morte parla di arresto cardiaco come causa del decesso.

Nel momento di maggior espansione aveva circa 200.000 seguaci sparsi in 600 centri in tutto il mondo. Diversi gruppi "antisette" hanno definito il suo gruppo come setta a controllo mentale. Una fonte, nel suo capolavoro di disinformazione religiosa, ha affermato che Bhagwan significa "Maestro di Vagina". Venne chiamato anche "il guru del sesso".

Pratiche e credenze

Osho ha sviluppato nuove forme di meditazione attiva. La più nota è la Meditazione Dinamica che spesso inizia con una strenua attività fisica, seguita dal silenzio e dalla celebrazione. Si presume che ciò porti l'individuo a vincere la repressione, abbassi le inibizioni personali, sviluppi uno "stato di vuoto" e raggiunga l'illuminazione. La persona, allora, «non avrà passato, futuro, attaccamento, mente, ego, sé». Prima del 1985 i discepoli indossavano vesti di colore rosso e una collana di 108 perle a cui era appesa una fotografia di Rajneesh. Osho assegnava un nuovo nome ad ogni discepolo. Agli uomini veniva dato il titolo di "Swami"; le donne erano chiamate "Ma". Sebbene la maggioranza dei membri conducesse una vita semplice e frugale, Rajneesh viveva nel lusso. La sua collezione di 27 Rolls Royce, dono dei seguaci, era molto famosa (alcune fonti dicono che avesse oltre 100 automobili). I gruppi "antisette" hanno sostenuto che spingeva i seguaci ad interrompere i contatti con le famiglie di origine. È vero che pensava che l'istituzione familiare fosse fuori moda, e che doveva essere sostituita da forme alternative di comunità e di crescita dei bambini. Tuttavia in realtà incoraggiava i discepoli individuali a far pace con i familiari. Molti divennero essi stessi discepoli, compresi i genitori dello stesso Osho.

Osho insegnava una forma di Monismo, Dio è in qualunque cosa, e in qualunque persona. Non esiste differenza tra "Dio" e "non Dio". Le persone, anche le peggiori, sono divine. Riconosceva che Gesù Cristo aveva raggiunto l'illuminazione, e credeva che fosse sopravvissuto alla crocefissione e si fosse spostato in India, per morirvi all'età di 112 anni. Osho si fece notare per barzellette molto offensive: alcune erano antisemite, altre anticattoliche, altre ancora insultavano praticamente ogni gruppo religioso o etnico del mondo. Spiegava che lo scopo di queste barzellette era scioccare la gente e incoraggiarla ad esaminare identificazione e attaccamento alle loro credenze etniche o religiose. La sua polemica era che sul fatto che le divisioni nazionali, religiose, di genere o razza sono distruttive.

Sviluppi recenti

Osho affermò ripetutamente che alla sua morte non avrebbe designato un successore. Considerava successore ogni suo discepolo. Tuttavia prima di morire designò una ristretta cerchia di 21 persone che si occupassero del funzionamento del centro di meditazione di Puna, e della gestione amministrativa degli affari connessi al suo lavoro. Attualmente nel mondo operano circa 20 centri di meditazione. L'influenza principale di Osho avviene ora attraverso i suoi voluminosi scritti: vengono letti da molti New Agers, oltre che dai suoi seguaci.

La Osho Commune International ® amministra il centro di Puna, India. Dalla sua fondazione, essa si è allargata da 6 a 32 acri. Il gruppo ha una sezione di Collegamenti Globali che fornisce informazioni sui centri e le attività in tutto il mondo. La Osho International di New York, NY, amministra i diritti sui lavori di Osho.

Alcuni degli aiutanti di Osho incarcerati per i crimini commessi in Oregon sono stati rilasciati alla metà del 1998 ed espulsi dal paese.

Riferimenti:

Dictionary of Cults, Sects, Religions and the Occult di Mather & Nichols, (Zondervan, 1993), P. 35-37.

J.S. Gordon, The Golden Guru, Stephen Green Press, Lexington MA (1987)

Walter Martin, The Kingdom of the Cults, Bethany House, Minneapolis, MN (1985), P. 353-361

Osho: "Autobiography of a spiritually incorrect mystic", St. Martin's Press, (2000)

Osho: "Meditation: The first and last freedom", ST, Martin's Press, (1997).

Osho: "Courage: The joy of living dangerously", Griffin, (1999).

 

Riferimenti Internet:

1. Osho: The science of meditation

2. Gli Amici di Osho hanno un sito web qui; forniscono un elenco di Sannyasins, Osho information centers, etc.qui

3. La Humaniversity, fondata nel 1978 col nome di Rajneesh Therapy Institute, ha una homepage qui

4. Gli Amici di Osho forniscono una sua biografia qui

5.Christopher Calder, Osho, Bhagwan Rajneesh, and the Lost Truth; In italiano

6. Un elenco di luoghi in cui stare tra seguaci di Osho in tutto il mondo:

 

 

Rivisitazione del Ranch di Rajneesh

Di Igor Vamos e Melinda Stone
Tratto da:
http://www.clui.org/newsltr/lotlv10/rajneesh.html

© Traduzione in italiano di Alessia Guidi

Nascosta nell'altipiano desertico dell'Oregon occidentale si trova una delle città fantasma più recenti del nostro paese, l'ex Rajneesh Ranch.

Tra il 1981 e il 1986 questa piccola e desolata valle a 12 miglia da Antelope, Oregon fu trasformata in una florida cittadina di 3.000 abitanti, con una pista di atterraggio asfaltata lunga 1,5 km, una riserva di 44 acri e una sala conferenze di 88.000 piedi quadrati, oltre ad un guru carismatico indiano che possedeva oltre 90 Rolls Royces.

Il Big Muddy Ranch, situato tra le contee di Wasco e Jefferson, era stato acquistato dalla Rajneesh Foundation International per 5.75 milioni di dollari. A quell'epoca la zona era destinata unicamente all'allevamento del bestiame. Ciononostante il Bhagwan spese 120 milioni di dollari per preparare la terra da destinare ai suoi seguaci.

Nei primi anni '80 la comune crebbe rapidamente, e i seguaci del Bhagwan Shree Rashneesh arrivarono da tutto il mondo. Quando si trovarono ad affrontare la resistenza degli abitanti della vicina Antelope (che all'epoca contava circa 40 abitanti), i seguaci di Bhagwan capovolsero gli interessi locali acquistando terreni sufficienti per controllare i voti cittadini. I nuovi residenti ribattezzarono immediatamente la località, che divenne Rajneesh fino a quando il Bhagwan e i suoi seguaci non furono cacciati dal Dipartimento di Giustizia, nell'autunno del 1985; i locali si ripresero il vecchio nome.

Oggi al General Store di Antelope (che per quattro anni fu conosciuto come Zorba-the-Bhudda Rajneesh Restaurant), un vecchietto riluttante fa accomodare i curiosi e distribuisce copie di una mappa scarabocchiata alla meno peggio per raggiungere, attraverso strade bianche e 800.000 piedi quadrati di edifici vuoti, quello che è tornato ad essere il "Big Muddy Ranch". Quando gli chiediamo come appare ora il posto, alza le spalle e dice «Vi piacciono le basi aeree abbandonate?».

Nel 1991 il ranch e il suo squallido passato sono stati acquistati da Dennis Washington, rancher del Montana e proprietario della Anaconda Copper Mine, per 3,65 milioni di dollari. Da allora sulla proprietà il sig. Washington pascola diverse centinaia di capi di bestiame, e ha cercato di donare gli edifici allo stato dell'Oregon o a chiunque accetti beneficenza. Lo Stato ha preso in considerazione l'idea di trasformare questa città abbandonata in un campo di lavoro per ragazzi, ma questo uso appare improbabile a causa della resistenza locale. Quando la terra è stata offerta al Nature Conservancy questo ha rifiutato a causa delle responsabilità connesse alla struttura del sito, che per lo più fu costruito senza tener conto dei regolamenti relativi all'edilizia e alla sicurezza. Circolano voci di tunnel sotterranei, rifiuti tossici e depositi di armi non ancora scoperti.

 

Il Center for Land Use Interpretation dipende da una rete di volontari e sostenitori di tutto il mondo, molti dei quali sottopongono informazioni su località insolite ed esemplari che incontrano nei loro viaggi. Rapporti e descrizioni di siti sono benvenuti, e un elenco di siti di regioni specifiche che necessitano ulteriori analisi verrà inviato a chiunque desideri fare ricerche sul campo. Su richiesta sono disponibili pacchetti informativi.

 


Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

(c) 1984 Copyright concetto cammisa - Tutti i diritti riservati