Crea sito

Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

 

Il ruolo del sole nella vita spirituale

4 novembre 2010 alle ore 10:15

 

 

       La ricerca del proprio centro

"Il nostro Sole è il centro di tutto un sistema planetario che sostiene, organizza e vivifica. Se il movimento dei pianeti attorno al sole è considerato come l’immagine stessa dell’armonia universale, è proprio perché i pianeti ruotano attorno ad un centro che mantiene quel meraviglioso equilibrio. Se il sole sparisse dal posto che gli è proprio, ossia dal centro, sarebbe il caos. Lo stesso vale per la nostra vita interiore: finché non abbiamo un centro che mantiene, equilibra e coordina i movimenti della periferia, cioè i nostri pensieri, i nostri sentimenti e i nostri atti, non potremo avere una vita ed una attività armoniose, costruttive. Allora, perché al mattino andiamo a vedere il sorgere del sole? Per fare un esercizio di grande importanza. Guardando il sole, sforzandoci di identificarci a lui, a poco a poco troveremo il nostro centro."

Pensiero del 16 Agosto 2003

 

 

Il sole ci insegna la religione e la fratellanza universale

"Ora bisogna andare verso il princiopio universale che è all'origine di tutte le religioni e decifrare il simbolo di questa religione universale: il sole. La religione del sole consiste nel dare e nell'unire, poiché il sole illumina, riscalda e vivifica tutte le creature...

 La vera religione insegna che gli esseri umani devono avvicinarsi alla luce, al calore e alla vita del sole, cioè cercare la saggezza che illumina e risolve ogni problema, l’amore disinteressato che abbellisce, incoraggia e consola, la vita sottile e spirituale che rende attivi, dinamici e audaci, per poter realizzare il Regno di Dio e la Sua Giustizia sulla terra. Ecco perché nessuno può combattere questa religione: se si cerca di distruggerla, si distrugge se stessi, perché ci si limita."

 "Quando questa comprensione di una religione universale penetrerà gli spiriti, tutta l’organizzazione della vita diventerà universale: non ci saranno più divisioni tra gli esseri umani, nessuna frontiera, nessuna guerra. Bisogna che tutti accettino la religione e la fratellanza universale che ci insegna il sole. Conoscendo il sole nelle sue manifestazioni sublimi di luce, di calore e di vita, gli esseri umani si avvicineranno sempre più alla Divinità e la terra diventerà un giardino del paradiso dove tutti gli uomini vivranno come fratelli."

  La nuova religione: solare e universale II– Vol. 23

 

Il sole come simbolo della vita divina in noi

     "Il sole è per noi la migliore rappresentazione di Dio, ma per impregnarvi di questa verità, avete tutto un lavoro interiore da realizzare con la sua immagine.  Potete infatti guardare il sole per anni e anni, ma finché non sentirete che vibra, irradia e palpita dentro di voi, esso vi rimarrà estraneo, non vi rivolgerà la parola, e non servirà nemmeno andare a salutarlo al mattino quando sorge. Verrete riscaldati e vivificati un po' e riceverete qualche caloria, qualche „vitamina". Tutto qui.     Attraverso il sole fisico, dovete sforzarvi di trovare quel sole interiore che è il segno che la Divinità abita in voi; ed è così che un giorno non avrete più bisogno di alcun intermediario tra voi e Dio, neppure del sole: sarà in voi stessi, nel vostro sole interiore, che Lo troverete. "

Pensiero del 27 agosto 2007

 

 Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

Home | Dettagli personali | Interessi | Preferiti Raccolta foto | Commenti

(c) 1984 Copyright concetto cammisa - Tutti i diritti riservati