Crea sito

ASCENSIONE.JPG (7270 byte)

1.jpeg (29057 byte)

 

Dialoghi di un Faraone XIII

 

Continuazione

Al mattino seguente, al nascere del Sole, Amenemhat tornava a pensare ad una strategia per la sua nuova missione personale per il barbaro. Tuttavia, questi pensieri le portarono di nuovo quella sensazione di angustia e profonda ansietà sul suo futuro. Che cosa le avrebbe riservato il fututro ? Suo Padre evitava parlare di questo, anche se importunato.

In questi pensieri, una servitù ed un iniziato del Tempio entrarono negli alloggi della Regina avvisandola di comparire con urgenza nel Santuario. Ella, cerca subito il suo posto riservato, sorpresa poichè già si trova lì  Sihathor conversando ad un grande gruppo di Iniziati.

Parole di Sihathor

Sihathor.: '' Come ho detto a tutti voi, le trasformazioni sulla superficie del Pianeta seguono il suo corso accelerato poichè l'avanzamento delle forze involutive hanno trovato porte aperte con questa umanità decadente.

Stiamo alla fine di un ciclo di 14.000 anni e le energie astrologiche ed astronomiche che precipitano sulla terra sono legate a tutte queste situazioni. Le Iniziazioni che voi avete ricevuto, variano in accordo con le attitudini e future missioni individuali insieme all'umanità. Però tutti vengono istruiti sul passato delle Gerarchie in terra, perchè parte delle vostre missioni sarà di trasmettere alle future generazioni queste conoscenze.

La vostra ora ancora non sarà a breve, poichè tutto ciò che si manifesta nell'ambito materiale ha la sua origine e corso nella ruota zodiacale.

Perchè si possa comprendere meglio, vi posso dire che la Forza Cosmica che regge le nostre attuali attività, tanto delle Gerarchie eteriche quanto delle terrestri, solamente tornerà a manifestarsi nei prossimi 14.000 anni. ( Il Sommo-Sacerdote si riferisce alla nostra attuale epoca, poichè sono già trascorsi 14.000 anni da quando avvenne questo dialogo)

Spiegherò meglio, poichè voi sarete incarnati sul Pianeta quando questa configurazione stellare si manifesterà.

Tutte le creature che nascono nel mondo tridimensionale, anche i figli di Dio, sempre, durante tutta l'eternità, terminano la propria incarnazione sotto la stessa costellazione che esisteva nel momento in cui nacquero in questa incarnazione. La costellazione del momento della morte in una incarnazione è identica alla costellazione esistente nell'ora di nascita della incarnazione seguente.

D'altro canto, la costellazioone di nascita e la costellazione di morte per ciascuna incarnazione concepita da Dio mai sono identiche, perchè la creatura individuale che vive, alla quale noi riferiamo, si modifica per mezzo delle sue esperienze. Frattanto, ciascuna creatura, incluso l'uomo, porta con sè l'impressione della costellazione che regge il cielo nel momento della sua nascita.

Malgrado il costante movimento degli astri nel cielo le relazioni tra il cosmico e l'individuale si modificano costantemente, la ruota delle incarnazioni degli individui segue leggi infallibili. Poichè, dopo il trascorso del tempo - i centri di energia del circolo cosmico, le costellazioni, le stelle fisse e i pianeti - tuti questi  modelli di forza portano a manifestare nuove circostanze cosmiche identiche.

Questa risonanza che oggi regna in Egitto, tornerà a ripetersi e aiuterà l'umanità a comprendere ciò che oggi conosciamo ed usiamo.

In quei giorni futuri, gli abitanti della superficie, ancora non avranno coscienza delle forze provenienti dal cosmo che raggiungono il Pianeta e lo sostengono.

Tuttavia la Terra, riceverà le irradiazioni del Cosmo e sarà bagnata ed evoluta nelle nuove energie della 4° Dimensione. Sempre fu così ! Le vibrazioni del Cosmo hanno tale affetto sulla Terra che sempre hanno influenzato la storia del Mondo. Le idee che si distaccano nella religione e nelle scienze sono il risultato della radiazione di determinate costellazioni per le quali la Terra transita durante i mesi cosmici.

Una nazione consiste in un gruppo di spiriti, l'incarnazione di certe concentrazioni di energia. 

Ogni epoca porta sulla Terra differenti gruppi di spiriti, una razza differente; e quando questa compie la sua missione di trasmettere idee nuove e sviluppare una nuova civiltà durante il tempo di un mese cosmico, abbandona la Terra al fine di continuare la sua evoluzione su altro Pianeta.

Viviamo ora un epoca in cui il punto venale sta passando per la costellazione del Toro.

Dio (Ptah) si rivela per noi nella radiazione di questa costellazione, e per questo la divinità che si manifesta nell'atmosfera della terra è rappresentata dalla forma di un Toro, o nella forma del divino falcone Horus.

La Costellazione complementare dello Scorpione-Aquila è rappresentata come un serpente seduttore che striscia sulla terra, o o nella forma del divino falcone Horus.

Voi sapete che questa energia, nella misura in cui è terrena e si esprime nel piano inferiore che cattura lo spirito alla maetria, è il serpente che spinge gli uomini alle successive incarnazioni.

D'altro lato, quando questa forza e spiritualizzata, aiuta l'uomo a sperimentare, proprio quando è ancora incarnato nel corpo, il più alto grado di spiritualità.

Noi usiamo un "serpente eretto" come simbolo di Iniziazione. l'iniziato è un aquila che vola alta nel cielo, che ha spiritualizzato il serpente, il potere dell'impulso sessuale, manifestandolo come potere spirituale.

Le energie delle Costellazioni attuali sono legate al Toro, alla terra, le proprietà di contrazione, aggregazione e indurimento. Questo significa che le forze che costruiscono la materia e operano dentro di essa sono forze più facili e disponibili.

la nostra missione in questa epoca e la vostra, in futuro, è e sarà quella di conquistare la materia con le energie che elaborano la sua essenza.

A breve, autorizzerò, che abbiate informazioni sull' ARCA DELL'ALLEANZA.  Voi sapete che abbiamo caricato la materia dell' ARCA con l'ottava di queste attuali forze e con questo controlliamo le leggi della materia, le energie della costruzione, della materializzazione e della smaterializzazione, così come il peso della materia che possiamo aumentare o diminuire a volontà.

Nel tempo, le nostre verità fioriranno.

Voglio comunicarvi, a breve, in un prossimo incontro, i provvedimenti che si dovranno prendere quando le trasformazioni della superficie arriveranno anche per noi quì in Egitto.

Prima di chiudere, però, voglio che memorizziate queste orazioni che ora farò, poichè queste chiudono un ciclo di energie astrologiche.

Così, voi farete in futuro, riuniti o separati !

 

Dialogo successivo

 

Home Dialoghi di un Faraone La Grande Fratellanza Bianca

(c) 1984 Copyright concetto cammisa - Tutti i diritti riservati