Crea sito

 

Dialoghi di un Faraone VII

tochaazul.gif (11645 bytes)

Amico (a) !

Puoi comprendere il lungo viaggio nella storia della Terra che viene descritto in questi Dialoghi ?

"IO SONO" molto felice di poter condividere ciò che prima sembrava distante per me.

E' la nostra vita di viandanti nelle strade del Pianeta Terra in migliaia di vite successive.

Per questo, continua con noi in questo

ritorno al passato della Terra.

ampulheta02.gif (12784 bytes)

La tua vita avrebbe potuto avere a che fare con quello che,

da millenni di anni fà, avvenne sul pianeta.

Contiamo sulla tua collaborazione 

aiutandoci a divulgare questo sito !

Grazie

 

CHE L'INFINITA LUCE DELLE STELLE TI RISVEGLINO

I RICORDI DELLA NOSTRA ORIGINE STELLARE

PACE  !

 

Dialogo di un Faraone VII

Come abbiamo visto, Amenemhat, riceveva insegnamenti del faraone sulla traiettoria di esseri scelti dalle gerarchie tramite un processo di induzione ipnotica e con uso del paranormale di 4°dimensione che è comune attualmente agli esseri incarnati con geni extraterrestri.

Continuazione:

Amenemhat.: Ma le altre terre sul pianeta, soffrirono pure le trasformazioni, come le inondazioni in Egitto?

Faraone Nemathap.: Si, figlia. L' Himalaya divenne un pò più alto; le terre al sud dell'India furono sommerse; l'Egitto , come ti dissi, affondò e solo le Piramidi rimasero in piedi.  Altri mutamenti avvennero sul pianeta.: Le terre che univano l'Egitto al Marocco e all'Algeria scomparvero e i due paesi rimasero come isole, bagnate dal Mediterraneo e dal Mare del Sahara.

Il Mar dei Gobi divenne circolare, si elevò sulla terra, oggi chiamata Siberia, separandolo dall'Oceano Artico. Si elevò l'Asia Centrale. Dopo queste trasformazioni, la superficie della Terra era approssimativamente uguale ad oggi, sebbene le isole Britanniche ancora fossero unite all'Europa; il mar Baltico non esistesse e il deserto del Sahara fosse un Oceano.

Amenemhat.: Questi eventi ,Padre, (PS:che avvennero 61.025 ani fà,  75.025 della nostra era) e che provocarono tante trasformazioni per il Pianeta, non distrusse questo popolo scelto dalle Gerarchie e che erano parte degli Atlantidi SEMITI ?

Faraone Nemathap.: No. Vedi tu stessa, negli archivi eterici di quella regione. Coricati ! Con questo stimolo nella tua visione quadridimensionale  tu avrai accesso con il mio aiuto alla storia dei nostri ancestrali.

Amenemhat "vede", allora, la marcia e l'insediamento del gruppo scelto da Manu in un cratere situato in una fertile depressione nella regione conosciuta oggi come Mongolia.

La formazione geologica di quelle terre era tale che malgrado gli intensi terremoti per tutta l'Europa e Asia, le costruzioni non ne soffrivano.

Tuttavia, per un lungo tempo, Amenemhat "vede" la sofferenza di quel popolo. Per un periodo in cui mutamenti sismici avvenivano sul pianeta, le persone erano terrorizzate per i tremori incessanti e paralizzati per il timore che il Sole, che era invisibile già da 1 anno, fosse sprito per sempre.

Amenemhat.: Qual' era la causa di questa oscurità, Padre?

Faraone Nemathap.: Piogge terribili cadevano senza sosta, al tempo stesso che masse di vapore e di nuvole oscuravano l'aria. Niente cresceva bene ed il popolo si vide assoggettato a severe privazioni. Grandiosa fu la distruzione in tutto il Pianeta, figlia, che dei 700 scelti dalla Gerarchia aumentati frattanto a 1000, solamente 300 dei più adattati e forti riuscirono a sopravvivere. Ci vollero 5 anni perchè le cose tornassero a stabilizzarsi. Il tempo allora divenne caldo ed il suolo vergine potè essere coltivato dai sopravvissuti.

In queste visioni figlia, molte cose ancora non ti saranno rivelate. In futuro, quando la tua costituzione fisica lo permetterà e tu progredirai nell'autocontrollo delle forze del corpo materiale, tu conoscerai l'inizio delle razze intraterrene che avvenne in queste trasformazioni della superficie.

Amenemhat approfittando che il Faraone era tornato a parlare della sua Iniziazione, gli domandò nuovamente delle proibizioni avute da Sihathor.., senza fare attenzione a quanto il Faraone le diceva sull'esistenza di razze intraterrene.

Amenemhat.: Padre, tu hai parlato con Sihathor ?

Faraone Nemathap.:. Tutte le cose, figlia , possiedono il proprio momento. (pausa) La tua Iniziazione è fatta unicamente per le tue ripetute richieste e per la tua condizione di regina.  (e dopo un'altra pausa disse:) Tu avrai una lezione con lui, domani. Non dimenticare di essere al Tempio presto !

Parole di Sihathor

Quando Amenemhat arrivò, il Sommo-Sacerdote aveva già iniziato i suoi insegnamenti ai neofiti ed alunni iniziati più graduati. La lezione fu interrotta perchè la regina si sedesse nel proprio posto, dopo la riverenza di tutti.

Sihathor.:'Quando la direzione della Terra cadrà nelle mani dei figli degli uomini si avranno conseguenze terribili. Già previsto il futuro. La Terra dovrà attraversare un periodo difficile durante millenni. Come sapete, la grande maggioranza dei figli di Dio di razza pura già da molto abbandonarono l'ambito terrestre.

I loro figli, molti di voi, provenienti dalla mistura delle due razze, portano in sè la possibilità di perfetta rivelazione divina ai pochi che lasceranno il pianeta.

Ma perchè le caratteristiche divine possano pure essere seminate, voi, che erediterete queste capacità e avete ricevuto l'iniziazione, sposerete con le figlie degli uomini - come è stato - e manterrete per le future generazioni la possibilità un giorno di risvegliare la nostra razza nei futuri uomini della Terra.

Mentre le onde dell'energia creatrice lottano per  più corporificazione, regna nell'ereditarietà l'elemento terreno, e così ogni volta nel mondo meno discendenti dei figli di Dio con la forma allungata del cranio originale; con questo, si è ridotta la possibilità di rivelazione delle attitudini più elevate.  Secondo le leggi della ereditarietà, al di là dei continui incroci, ancora esiste la possibilità, in qualunque tempo, di nascere figlio di Dio di razza pura, anche nei periodi più materialisti ed oscuri.

Poichè è prossima l'epoca in cui nasceranno solamente persone con cranio corto, e queste assumeranno il potere sulla Terra, anche quì in Egitto !

Questi non avranno la chiaroveggenza spirituale nè la sapienza che quelli della più elevata dinastia possiedono.

La differenza tra un membro iniziato onnisciente di famiglia reale e la massa umana incosciente e ignorante sembra rappresentare una barriera invalicabile, ma questa sarà equilibrata da questi costanti incroci durante vari millenni.

Ma le due razze,figli di Dio e uomini primitivi, scompariranno totalmente a poco a poco nella sua forma pura. Con il passare del tempo, tutti gli uomini porteranno con sè caratteristiche ereditate da ambedue le razze e vivranno insieme. Si riconosceranno appena per il loro carattere e per le loro attitudini più elevate.

Questi incroci raggiungeranno un giorno le razze umane più inferiori alfine che queste pure ottengano queste disposizioni genetiche.

Quando questo avverrà, il mondo cadrà nelle mani dei più ignoranti.

Nel loro disconoscere, la loro prima azione sarà di distruggere le grandi culture divine che i figli di Dio crearono in diverse parti del mondo.

Resteranno solamente rovine dei magnifici monumenti e costruzioni esistenti oggi.

Alcuni di voi, quasi tutti quì presenti, saranno condotti a breve in questi luoghi perchè registrino nelle proprie coscienze  la memoria dell'esistenza di questi luoghi e delle civiltà che lì esistono o esisterono per uno scopo che tutti a breve conosceranno.

Perchè , ancora un poco, e molti di voi, incarnati o meno, vedranno la distruzione di quasi tutto ciò che conoscono.

( Questa lezione avvenne 14.000 anni fà . Nell'anno 11.564 della nostra era - 9.564 a.C- avvenne la distruzione di   Poseidone e nuovamente l'Egitto fu sommerso dalle acque e si ebbero molte trasformaioni sul Pianeta )

Sihathor.: ''Resteranno solamente rovine per testimoniare che ci fu un epoca in cui la conoscenza, la sapienza, la bontà e la bellezza dominavano il mondo.

I propositi dei costanti incroci delle due razze elaborarono una scala evolutiva per cui un uomo primitivo originale poteva salire dal grado inferiore. Poichè gli uomini primordiali niente altro sono che spiriti puri che sono caduti nella più profonda materia, e che in questa hanno perso la coscienza divina, disconoscendo in sè stessi la discendenza più elevata.

Così è perchè il sacrificio dei figli di Dio, al fine di conferire ai primitivi un'altra possibilità di tornare coscienti della più elevata sfera spirituale.: sposarono le figlie degli uomini.

Tuttavia, con questo, si ancorarono di più alla vita materiale. Questo fece e farà si che molti quì rimarranno ad aspettare la totale liberazione spirituale del Pianeta, per poter tornare ai propri focolari di origine.

A breve, voi assisterete alla caduta di livello delle classi dominanti future. Il potere passerà da un popolo ad un altro. Ci saranno costanti guerre sulla Terra.

La conseguenza sarà l'ignoranza, la povertà e la miseria della sofferenza.

Gli ultimi iniziati avranno le istruzioni di come procedere in questi tempi.

E quì mi riferisco al ruolo di ciascuno di voi. nel futuro le memorie saranno scritte ed incise. Molto differente di quello che facciamo quì nelle nostre istruzioni orali.

Ma abbiamo gli strumenti dei nostri ancestrali. voi sarete istruiti a non trasmettere ai futuri governanti nessuna istruzione sull'uso delle energie che dominano le forze della natura nè come tali conoscenze operano segretamente.

Voi distruggerete tutti gli strumenti prima di abbandonare la sfera terrestre.

( pausa e interiorizzazione del Sommo-Sacerdote, come stesse scorgendo il futuro di quel paese)

Uno degli ultimi iniziati, già non apparterrà alla razza egizia; ma , per ora, quì crescerà e quì riceverà la sua iniziazione. Egli salverà uno di questi strumenti portandolo dall'Egitto.

Per qualche tempo, i sacerdoti di questo popolo manterranno il segreto.

Ma verrà l'epoca in cui l'ultimo iniziato dovrà abbandonare la terra, distruggendo prima questi ultimi strumenti. Dovrà farlo perchè i figli degli uomini non distruggano attraverso una reazione a catena sè stessi e varie parti del mondo.

Altri archivi della nostra civiltà saranno sepolti in queste sabbie per un proposito futuro in salvo dei giorni che verranno.

Il turbamento che ha annientato il focolare degli antichi figli di Dio non si deve ripetere. Dopo la distruzione degli apparecchi e quando la più elevata sapienza sarà scomparsa dalla superficie della Terra, gli uomini dovranno lavorare con le proprie energie fisiche per il loro progresso; nelle pietre, lavoreranno manualmente come gli uomini primitivi e soffriranno la tirannia degli esseri della propria razza.

Per ciò che sembra, i capi spirituali della Terra dovranno lasciarla sola, poichè gli uomini dovranno scoprire le verità divine in sè stessi e nella natura, per proprio conto.

Caso contrario, non ci sarà la possibilità per gli uomini di raggiungere il grado più elevato dell'evoluzione."

Amenemhat era impressionata per quella esposizione di suo zio . Per la prima volta, lei percepiva qualche emozione nella voce del Sommo - Sacerdote, come un commiato. Così pure percepiva che suo Padre, il Faraone si comportava in modo differente ultimamente. Cosa stava accadendo ?

Sihathor.: Tu hai ricevuto istruzioni per induzione, ciascuno individualmente, sulla giornata di esseri della nostra razza nei corso dei millenni sul Pianeta. Al momento, state vedendo l'installazione delle Gerarchie in GOBI , dopo la distruzione dell'isola di Ruta.

Queste lezioni proseguiranno ancora per qualche tempo. Il motivo di queste istruzioni, che si estenderanno sino ai nostri giorni, sarà fra breve rivelato a ciascuno in accordo con le proprie attitudini individuali e in accordo con i compiti che dovranno essere eseguiti.

Poichè, voi sarete portati a vivere tra gli uomini e passare attraverso le prove che queste iniziazioni necessitano. Per il vostro bene e per il bene di tutta l'Umanità.!''.

(Amenemhat sentì una stretta dolorosa al cuore ed una ansia e tristezza prese il suo spirito. Nell'intimo della sua visione quadrimensionale, tristi presagi sembravano essergli sussurrati.

 

Questa relazione continua in DIALOGHI VIII

 

Dialogo successivo

Home Dialoghi di un Faraone La Grande Fratellanza Bianca

(c) 1984 Copyright concetto cammisa - Tutti i diritti riservati